2 giugno, giorno di festa ma soprattutto di riflessione per l'Italia.

Andrea Cecchini, Italia Celere.

2 giugno, celebrazione della Repubblica Italiana, una ricorrenza importante per la nostra storia. Ma in questa giornata non dobbiamo fermarci semplicemente a festeggiare, questo momento deve offrire molti spunti di riflessione, come asserisce Andrea Cecchini che commenta la condizione del nostro paese all'interno del panorama europeo e non solo. Si è parlato molto di cambiamento e dunque sono tante le considerazioni da fare:

 

  • Situazione delle forze dell'ordine, non piu' tutelate dalla politica.
  • L'Europa che non salvaguardia gli operatori ma caldeggia il reato di tortura ed i numeri identificativi.
  • Invito al Ministro degli Interni ad ascoltare la nostra interrogazione parlamentare e l'inqualificabile evento di Pozzallo. 

 


LE REAZIONI - RASSEGNA STAMPA (R.IT) 3 GIUGNO 2018

Pozzallo, Salvini: "La Tunisia spesso esporta galeotti"

"La Tunisia è un paese libero e democratico, ma spesso e volentieri esporta galeotti". Così il ministro dell'Interno Matteo Salvini interpellato, a Pozzallo, sui casi di intemperanza registrati nei centri di accoglienza. "Parlerò con il mio omologo tunisino", dice Salvini prima di attaccare l'Unione europea.

 

Leggi articolo su r.it