NUOVO ANNO, VECCHIE STORIE. PER NOI NULLA E’ CAMBIATO, E’ SEMPRE DEFAULT SICUREZZA.

Inseguimento piazza Venezia

Roma 7 gennaio 2018                                                 N.COM./0001/2018                                                                                               

 

Le parole del Presidente Nazionale di Italia Celere, Andrea Cecchini, dopo i fatti di piazza Venezia in cui una Volante insegue una Fiat Punto, e dopo gli scontri di Napoli - Verona.

I fatti dicono che la Polizia è ridotta in braghe di tela! I fatti dicono che i presidi antiterrorismo di cui tanto si parla sono assicurati da uomini non addestrati né tantomeno equipaggiati a fronteggiare un pericolo quale quello del terrorismo islamico. I fatti dicono che i tagli subiti negli anni dalla Sicurezza purtroppo sono visibili a tutti; si auspicavano tagli per una gestione più accurata delle risorse, come il taglio tanto necessario quanto agognato delle auto-blu non sempre utilizzate per fini istituzionali, ed invece hanno provocato solo una gravissima diminuzione nella qualità dei mezzi e degli addestramenti del Personale! Per non parlare poi della diminuzione sostanziale degli Uomini in Divisa e dell’innalzamento dell’età media dovuta dalla sospensione degli arruolamenti...

Il problema non sono i Poliziotti ma le politiche degli ultimi anni. Continua:

Senza equipaggiamenti né mezzi e materiali idonei, senza regole d’ingaggio e senza Certezza della Pena e con l’incubo che qualsiasi intervento capiti non c’è più scampo…o un pizzico di fortuna o si finisce in Ospedale o in Tribunale davanti a Magistrati spietati che applicano la Legge come fosse una formula matematica! Questa è la nuda e cruda Verità. Poliziotti sempre nell’occhio del ciclone che da soli vorrebbero ma non possono cambiare le gravi storture di questo Paese perché abbandonati a se stessi e, paradossalmente, alla bontà di chi delinque…ci denuncia o non ci denuncia? Ora poi che c’è anche la Tortura apriti Cielo!

Le soluzioni ci sono e Italia Celere le ha proposte all'attuale Governo ma inutilmente...

la necessità di elevare le Indennità Accessorie Operative per non far scappare dalla strada chi potesse insegnare alle giovani reclute il mestiere del Poliziotto ma anche per ripagare adeguatamente dei sacrifici questi Uomini, abbiamo presentato al Capo della Polizia un modello di riorganizzazione dei Reparti Mobili Italiani vicino agli standard Europei, capaci di avere all’interno un’aliquota di intervento armato specializzata nell’Antiterrorismo in modo da avere una capillare copertura su tutto il territorio Nazionale, abbiamo evidenziato in una proposta di Disegno di Legge l’esigenza di individuare nella “fuga” un’aggravante di un reato, anche perché l’inseguimento è spesso causa di morte degli stessi operatori di Polizia! Siamo ancora in attese di risposte e sicuramente non ne avremo! Queste sono le EMERGENZE per la Sicurezza Nazionale, come anche l’abolizione o perlomeno la sistemazione del N.U.E. (Numero Unico Europeo) che continua a mettere a grave rischio la Sicurezza Urbana.

Nulla è cambiato, siamo in DEFAULT SICUREZZA, conclude ANDREA CECCHINI – Segretario Generale Nazionale Italia Celere

                                                                                                     UFFICIO STAMPA ITALIA CELERE

 

Scarica qui il Comunicato...

Scontri Napoli-Verona
Scontri Napoli-Verona